lo studio

Conosci lo Staff

Gabriele Rossaro

Nato a Rovereto il giorno 15 marzo del 1962.

Da giovane ha frequentato la scuola superiore ed acquisito il diploma di Maturità Tecnica per poi spostarsi a Verona ottenendo più tardi il Diploma come psicomotricista presso l'Istituto C.E.R.R.I.S. Centro Riabilitativo di Ricerca e Intervento Sociale.

Da sempre ha creduto nella totalità dei sistemi nell'uomo e quindi ha iniziato un percorso di ricerca per poter arrivare ad offrire un servizio completo ai pazienti. Ecco quindi la frequentazione prima alla scuola di chinesiologia presso l'Istituto Iksen, e poi di naturopatia-Heilpraktiker, recandosi in Germania e studiando all'Università di Kemnitz per accrescere le competenze, non solo nel campo della riabilitazione, ma anche in quello dell'equilibrio biologico dell'individuo. Ma il suo percorso formativo non finì qui.

Gabriele Rossaro ottenne infatti altri riconoscimenti e specializzazioni. Continuò i suoi studi a Perugia dove frequentando l'Istituto Fermi si specializzò in masso fisioterapia. Fece inoltre corsi di Posturologia e come specialista Human Tecar. Oggi collabora attivamente con l'Università Popolare di Milano. Conta con un'ampia esperienza lavorativa nel campo della chinesiologia e naturopatia.

Dott.ssa Anna Piccinni

Nello Studio Rossaro la pratica fisioterapica è svolta dalla dott.ssa Piccinni Anna laureata presso la facoltà di medicina e chirurgia dell’Università di Verona con una tesi su “Attività dei muscoli peronei nell’instabilità funzionale di caviglia”. Ha acquisito esperienze presso aziende di servizi alla persona, ospedali, e plessi scolastici nell’ambito della Chinesiologia, della Fisiologia, della Neurologia, della Riabilitazione cardio-respiratoria, della Pediatria, della Ortopedia, e della Riabilitazione geriatrica.
In particolare ha svolto tirocini formativi

  • Nell’esecuzione di trattamenti fisioterapici finalizzati al recupero di pazienti interessati da poli-trauma, da esiti di correzione di piede piatto e valgo, da patologie cervicali e lombari, e da scoliosi.
  • Nel trattamento di paziente neurologico, (ictus, sclerosi multipla, trauma cranico, patologie midollari).
  • Nella riabilitazione post-operatoria di pazienti con protesi d’anca e ginocchio.
  • Nella riabilitazione fisica dell’anziano in fase sub-acuta post stroke, affetto da patologie reumatiche e con sindrome da allettamento anche con l’uso di attrezzature per terapie fisiche (infrarossi, tens).
  • Nel trattamento di pazienti con esiti di fratture del femore, di omero, del capitello radiale, del processo stiloideo radiale, con esiti di ricostruzione del legamento crociato anteriore (LCA), di risoluzione della sindrome del tunnel carpale, con patologia della cuffia dei rotatori.